La storia

Nel suo piccolo la storia di Lampedusa presenta numerose testimonianze
della presenza di popolazioni che hanno vissuto sull'isola in epoche assai remote troviamo resti di alcune capanne dell'età del bronzo, con pianta ellittica e con il filare di base costituito da sfaldature di pietre, poste verticalmente. Inoltre resti di costruzioni megalitiche , affini a quelle presenti sull'isola di Malta. 

Ci sono, altresì, resti di un centro abitato dell'epoca tardo romano e  proto-bizantino, situato nel centro urbano.

Qualche tappa storica

Fu sicuramente abitata dai Fenici, Greci, Romani e Arabi.  Il suo nome (Lampedusa) è ricordato da Strabone e Tolomeo. In una lettera di Papa Leone III (795-816) a Carlomagno è notizia di un conflitto ivi avvenuto tra Bizantini e  Saraceni.

Nel 1551 vi naufragò la flotta inviata da Carlo V contro il pirata Dragut.  La colonizzazione dell'isola riuscì a Ferdinando II di Borbone, nel 1843, che vi stabilì una popolazione che nel 1847 era di 700 abitanti.Fino al 1940 vi fu una colonia di confinati.